Annunci di lavoro falsi


L’attuale condizione del mercato del lavoro in Italia non sta certamente aiutando coloro che hanno la necessità di trovare un’occupazione seria. Anche a causa della cattiva gestione imprenditoriale del mondo del lavoro, sempre più sfruttato e sottopagato, molte persone finiscono per cadere nel tranello delle offerte di lavoro allettanti.


Annunci truffa che raggirano la gente che ha necessità di lavorare, anche da casa o sfruttando attività di e-commerce. 

Ecco allora qualche suggerimento pratico per stabilire la veridicità o meno di annunci ed offerte.

- Diffidate delle aziende che non indicano ragione sociale e partita Iva: denotano scarsa serietà e non vi offrono la possibilità di effettuare ricerche online, nel Registro Imprese della Camera di Commercio sul sito dell’Agenzia dell’Entrate.

- Aziende che vi chiedono contributi economici o rimborsi a priori probabilmente non hanno intenzione di offrirvi un lavoro (è la ditta che offre e paga, non viceversa). Inoltre non acquistate alcun kit di prodotti dimostrativi ”indispensabili” per avviare l’attività richiesta.

- Diffidate da coloro che vi chiedono di compilare form generici con dati personali, indirizzi email e recapiti telefonici, con la promessa che verrete ricontattati. Spesso si tratta solamente di catene di Sant’Antonio, Multilevel o cose simili.

- Le realtà affidabili non nascondono nulla e descrivono da subito in cosa consiste il lavoro presentato, quali sono i requisiti e il probabile compenso. Pubblicano i loro annunci su portali di reclutamento o si affidano ad agenzie. Vi fanno leggere e firmare un contratto prima di iniziare qualsiasi sorta di attività.

 -Diffidate di chi vi promette guadagni facili e vi rimanda a siti colmi di informazioni sul “lavoro da casa”.

- Può capitare che qualche azienda si faccia pagare per corsi o training di avviamento al lavoro.
E’ molto raro, ma in questa eventualità il costo verrebbe detratto dal primo stipendio e non dovreste essere voi ad anticipare dei soldi. - Una società che vi offre un’occupazione (in ufficio o da casa), certamente vorrà prima vedere il vostro curriculum vitae e le vostre referenze, oppure un portfolio con alcuni esempi dei vostri lavori passati.

Assolutamente non inviate mai alcun pagamento o rimborso in denaro a priori. Mai!